Edilizia scolastica: al via il monitoraggio via satellite

Edilizia scolastica: al via il monitoraggio via satellite

10/09/2018

l ministro dell'Istruzione Marco Bussetti ha siglato un Accordo con i presidenti del Consiglio nazionale delle Ricerche (Cnr) Massimo Inguscio e dell'Agenzia spaziale italiana (ASI) Roberto Battiston per utilizzare i satelliti Cosmo Sky Med e 'fotografare' gli edifici al fine di verificare se vi siano movimenti significativi legati a terremoti o dissesto idrogeologico.

Quasi 40.000 edifici saranno 'fotografati' attraverso il sistema COSMO-Skymed "che è in grado di misurare lo spostamento degli immobili al decimo di millimetro. Le informazioni che otterremo dai satelliti ASI saranno trasmesse al CNR, che ha le risorse umane e strumentali per elaborarle e darci un quadro dettagliato dei nostri edifici scolastici. Potremo così far partire verifiche e segnalazioni. Accelerando i tempi dei controlli e dei conseguenti interventi di adeguamento. In un mese e mezzo avremo già i primissimi dati"

L'intento del ministro è quello di sbloccare i quasi 7 miliardi a disposizione per l'edilizia scolastica, eredità degli interventi programmati dai precedenti governi che avevano messo in campo 9,5 miliardi di cui 5 miliardi sono stai già effettivamente spesi da Comuni, Province e Città Metropolitane per interventi di messa in sicurezza e realizzazione delle scuole (12.415 Interventi su 8.114 edifici - vedi fonte ItaliaSicura) e ai quali si aggiungerebbero 2,9 miliardi dalla scorsa legge di Bilancio. Il Ministro potrebbe sbloccarne già 3 nelle prossime settimane. 

In base ai dati di italiaSicura negli ultimi anni sono stati edificati oltre 300 nuovi edifici scolastici in tutta Italia e le task force edilizia scolastica hanno monitorato sul campo oltre 2.100 interventi in 15 regioni su un patrimonio di immobili appartenenti a Comuni e Provincie che si aggira intorno a 42.500 edifici, di cui 22.00 costruiti prima degli anni '70, il 38%privi del certificato di collaudo statico ed il 50% privo del certificato di agibilità/abitabilità e prevenzione incendi.

Clicca qui per dare uno sguardo ai dati completi.