Sicurezza sul lavoro, un autunno già da incubo: solo oggi due morti in cantieri edili

Sicurezza sul lavoro, un autunno già da incubo: solo oggi due morti in cantieri edili

24/09/2019

A Bovisio Masciago e Verona i lavoratori sono stati schiacciati da pesi enormi e non c'è stato nulla da fare


Un autunno appena iniziato e che tragicamente lascia già il segno nel sempre più fragile terreno della sicurezza sul lavoro. Solo nella giornata di oggi (24 settembre) hanno infatti perso la vita due operai nel Nord Italia in due distinti incidenti fatali.

Nel primo caso si tratta di un autista di tir che, durante la mattinata intorno alle 7:45, è rimasto schiacciato da cinque pannelli di legno in un cantiere edile, dove era in corso la costruzione di una villetta con materiale ecosostenibile.

Il cantiere è stato adesso sottoposto a sequestro per le verifiche del caso. L’incidente è avvenuto a Bovisio Masciago, in provincia di Monza Brianza dove la media di incidenti mortali sul lavoro è a dir poco agghiacciante. Solo nel 2019, infatti, se ne conta uno al mese.

E poco dopo, intorno all’ora di pranzo, ancora in un cantiere edile stavolta di Verona nelle vicinanze dello stadio Bentegodi, un altro operaio è stato travolto dal cestello improvvisamente staccatosi dal braccio di una macchina movimento terra. Inutili anche in questo caso gli interventi dei sanitari del 118: l’uomo non ha avuto scampo sotto il peso del cestello.

Un andamento drammatico, quello degli incidenti mortali sul lavoro nel 2019. Nonostante le leggi, le verifiche, gli adeguamenti, le formazioni obbligatorie, purtroppo sembra impossibile arginare il fenomeno. Sono infatti ben oltre 600 gli incidenti sul lavoro nei primi tre trimestri dell’anno. Secondo l’Osservatorio indipendente dei morti sul lavoro, invece, dall’inizio dell’anno a oggi sono 1.076 i lavoratori deceduti compresi quelli in itinere.