credito

Enzo Capobianco segretario generale di Conflavoro PMI racconta all’Italian Summit HSE la proposta del credito d’imposta sulla sicurezza per le imprese virtuose

Le associazioni componenti l’Italian Summit HSE hanno elaborato un Manifesto con impegni e obiettivi ambiziosi per contrastare gli infortuni gravi e le morti sul lavoro.

👉 Guarda le videointerviste alle istituzioni e scarica il Manifesto.

Un’azione forte di lobby nei confronti della politica è la strada che Conflavoro PMI, organizzatrice del vertice nazionale, ha proposto e che le principali realtà del settore HSE hanno deciso di intraprendere, per la prima volta in assoluto, con una voce unica e comune.

Durante l’Italian Summit HSE 2022, il 7 aprile a palazzo Wedekind di fianco a palazzo Chigi, il Segretario Generale di Conflavoro PMI, Enzo Capobianco, ha promosso il terzo punto del Manifesto, riguardante l’individuazione di uno strumento di finanziamento premiale a favore delle imprese virtuose.

Si tratta, nella sostanza, del riconoscimento di un credito d’imposta, nella misura anche solo del 50%, sui costi sostenuti per attività di prevenzione, formazione, informazione e addestramento, nonché di consulenza, di medicina del lavoro e in relazione a tutti quei costi imputabili all’adeguamento dell’azienda al Dlgs 81/08.

Tale misura agevolativa, rapportata a dei massimali variabili in base al grado di rischio e delle dimensioni aziendali, contribuirà ad implementare, dal punto di vista quantitativo e qualitativo, le misure di sicurezza nelle aziende, riducendo così l’indice infortunistico.

Guarda la videointervista a Enzo Capobianco


La tua sicurezza passa dalla formazione! Scopri di più.

Come possiamo aiutarti?